La rivincita del pubbliredazionale

Per gli addetti ai lavori, il pubbliredazionale, o articolo pubbliredazionale, è un’informazione pubblicitaria impaginata e redatta similarmente ad un normale articolo della testata giornalistica.

Data la possibilità di confusione tra un normale articolo ed il pubbliredazionale, la legge prevede che venga dichiarato esplicitamente come pubblicità, attraverso la scritta “informazione pubblicitaria”. In altri termini, questo:

Psychologies21
Pubbliredazionale per Alce Nero

Per quanto possa essere Alce Nero un’azienda fantastica, nessuna testata si sognerebbe di dedicare due pagine ai benefici dei suoi succhi, semplicemente perché non c’è una “notizia”.

Ma, nell’era delle corporate news (notizie “spinte dalle aziende”), ecco che anche il pubbliredazionale cambia vestito e forma e si tramuta in native advertising.

L’esempio, neanche a dirlo, ci arriva dagli USA, dove il New York Times ha realizzato un ottimo documentario sulla popolazione carceraria femminile. 

Il committente? Netflix, con l’intento di promuovere la serie Tv di successo “Orange is the new black”. In questo modo, si aggira l’autoreferenzialità e si passa da una pagina in cui dico quanto sono bravo, salutare, sostenibile, ecc.. ad un vero contenuto giornalistico ricco di dati, testimonianze, interviste.

L’unica cosa simile? La dicitura “informazione pubblicitaria” che però, questo caso, si trasforma in un molto più discreto “paid post”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...